Sbocchi professionali

Educatore nei servizi per l'infanzia e Educatore sociale e di comunità funzione in un contesto di lavoro:
La figura professionale associata al corso di laurea ha come precipua competenza la promozione e la tutela dell’infanzia, della persona adulta e della diversità attraverso mirate ed efficaci iniziative per la
formazione e l’educazione, ma anche la prevenzione e/o la riduzione del disagio e dello svantaggio. In particolare, l’educatore si proporrà come agente di sviluppo nei servizi per l’infanzia e per la famiglia, nelle istituzioni educative per la promozione dello sviluppo del bambino, del pre-adolescente, della genitorialità, del gruppo dei pari. Altresì, l’educatore specializzato nella funzione sociale e di comunità sarà in grado di favorire lo sviluppo relazionale, l’autonomia e l’integrazione.
Competenze associate alla funzione:
Capacità di sviluppare azioni e interventi formativi e di recupero, sia nell’ambito dei servizi per l’infanzia che dei servizi sociali e di comunità, riferite alle necessarie funzioni di relazione,utili alla costruzione e al consolidamento di un ambiente sociale ed educativo, per il raggiungimento di specifici obiettivi di benessere, di coesione e di integrazione sociale.
Sbocchi occupazionali:
Il laureato opera nei servizi culturali e territoriali, nelle agenzie per le attività del volontariato, in contesti di disagio, di marginalità sociale, di multiculturalità e/o di multietnia, con obiettivi di promozione e tutela dell’infanzia, della persona adulta e delle diversità attraverso mirate ed efficaci iniziative per la formazione e l’educazione, ma anche per la prevenzione e/o la riduzione del disagio e dello svantaggio. Gli ambiti di esercizio professionale sono rappresentati da strutture pubbliche e private aventi funzione educativa e di animazione, di recupero, di accoglienza, di reinserimento, di riabilitazione, quali: centri e strutture socio-educative, servizi sociali, comunità alloggio, centri per anziani, centri per immigrati, comunità per soggetti in condizioni di disagio socio-culturale, sistema penitenziario, e ancora la strada, il quartiere, la città, i musei, le biblioteche, le videoteche, ecc. Gli sbocchi occupazionali previsti dal corso di laurea, dunque, vedono come luoghi privilegiati, pubblici e privati, istituzionali e informali, i seguenti: nidi, micro-nidi, agri-nidi, centri infanzia e prima infanzia, nidi aziendali, ecc.; comunità terapeutiche assistite (adulti con problemi), comunità sociali, socio-educative e socio-assistenziali, centri per l’istruzione degli adulti, ecc.
Ultima modifica: 
15/03/2018 - 08:07