Requisiti di ammissione

Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche e progettazione educativa occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dal Consiglio di corso di laurea magistrale.
Come requisito curriculare è indispensabile per l'accesso il possesso di almeno 40 CFU nell'ambito dei settori M-PED. È necessario inoltre il possesso della conoscenza di almeno una lingua straniera (inglese, francese e spagnolo) certificata o documentata attraverso un esame nei rispettivi settori scientifico-disciplinari L/LIN. 
È prevista una verifica della adeguatezza della preparazione individuale. 
Sulla base del possesso dei requisiti curriculari sopra descritti, ai fini dell’ammissione la valutazione segue due distinte fasi:

1a fase: i candidati laureati e laureandi provenienti da altri atenei sono sottoposti a colloquio per verificare l’adeguatezza della preparazione individuale e delle conoscenze correlate al percorso di studio; in caso di giudizio di idoneità costoro rientrano a pieno titolo nella procedura di valutazione generale di cui alla seguente fase 2. 
2a fase: formazione della graduatoria finale ordinata sulla base dei seguenti criteri, sino all’esaurimento dei posti disponibili:
    tra un candidato laureato e un candidato laureando, ha la precedenza quello laureato;
    tra più candidati laureati, ha la precedenza quello che ha conseguito il voto di laurea più alto e, in caso di ulteriore parità il candidato con la media ponderata più alta nelle discipline superate rientranti nei settori M-PED; in caso di ulteriore parità prevale il candidato anagraficamente più giovane;
    tra i candidati laureandi ha la precedenza quello che, alla data di scadenza del bando di ammissione ha conseguito il maggior numero di CFU. In caso di parità, verrà preferito il candidato che dispone del valore più alto della media ponderata rispetto alla totalità dei crediti acquisiti sino alla data di scadenza del bando di ammissione. In caso di ulteriore parità, prevale il candidato anagraficamente più giovane.
La Commissione esaminatrice, nominata con decreto rettorale su proposta del Direttore del Dipartimento, è presieduta dal Presidente del Corso di Studi o da un suo delegato.

Ultima modifica: 
30/08/2022 - 08:39