Presentazione del corso

ll CdS in Scienze dell'educazione e della formazione fornisce le competenze di base che qualificano l'educatore professionale socio-pedagogico negli ambiti dei servizi educativi e formativi. Tale figura ha la funzione di cura e formazione complessiva della persona nelle diverse età della vita (dall'infanzia alla vecchiaia), attraverso mirate ed efficaci azioni e interventi pedagogici. Le competenze possedute dall'educatore consentono, inoltre, interventi finalizzati alla prevenzione e/o alla riduzione del disagio, dello svantaggio e della disabilità.

Il CdS si articola in due curricula: Educatore nei servizi per l'infanzia ed Educatore sociale di comunità. I due curricula sono stati recentemente rivisti, in coerenza con quanto previsto dalla normativa che definisce il profilo professionale dell’educatore professionale socio-pedagogico (Dlgs 65/17 L 205/17 commi 594-601). Con la recezione del comma 517 della legge 145/2018, che ha modificato il comma 594 della legge 205/2017, un emendamento consente agli educatori professionali socio-pedagogici di esercitare la propria professione anche nei servizi socio-sanitari e della salute.

Per quanto riguarda il curriculum di Educatore nei servizi per l'infanzia, l’obiettivo è la formazione di uno/una specialista in grado di:
  • accompagnare lo sviluppo del bambino
  • promuovere la costruzione di reti di sostegno sociale alla genitorialità
  • progettare e predisporre ambienti educativi personalizzati
  • promuovere l'integrazione dei servizi educativi del territorio.
Il fine dell’educatore/educatrice è di sostenere i processi educativi in generale, l’inclusione delle diversità e l’attenzione alle fragilità in particolare.
 
Il curriculum si propone di fornire le competenze professionali proprie di chi intende operare come educatore/educatrice in servizi quali i nidi d’infanzia, le comunità infantili nei diversi modelli organizzativi presenti sul territorio, i servizi di sostegno alla genitorialità, come i centri gioco o i centri per la famiglia, i nidi, micro-nidi, centri prima infanzia, nidi famiglia, nidi aziendali. Al fine di conseguire tali competenze il corso propone un’offerta formativa incentrata su conoscenze e competenze fondamentali in ambito pedagogico, psicologico, sociologico, giuridico, bio-medico e sanitario, storico e filosofico. Le conoscenze e le competenze sono relative ai contesti educativi della prima infanzia (0-6 anni d’età) .
 
Per quanto riguarda il curriculum di Educatore sociale di comunità, l’obiettivo è la formazione di uno/una specialista in grado di:
  • favorire lo sviluppo relazionale e personale, l’autonomia e l'integrazione sociale e professionale delle persone nelle diverse età della vita
  • promuovere pratiche di integrazione sociale, di educazione alla salute e di convivenza civica in contesti organizzativi e comunitari anche conflittuali e complessi
  • collaborare con le famiglie, gli assistenti sociali, gli insegnanti, i datori di lavoro, le autorità di protezione dei minorenni, gli psicologi e altri operatori sociali per sostenere le persone nelle diverse situazioni di criticità della loro vita.
Il curriculum si propone di fornire le competenze professionali proprie di chi intende operare come educatore/educatrice nelle comunità socio-assistenziali e in differenti servizi socio-sanitari (ad es.: comunità terapeutiche assistite, comunità alloggio, comunità per soggetti in condizioni di disagio socio-culturale; servizi per l’integrazione e inclusione degli immigrati e dei rifugiati; servizi educativi nel sistema penitenziario e di risocializzazione dei detenuti; servizi di assistenza ai minori coinvolti nel circuito giudiziario e penitenziario; servizi per anziani…)
 
L'offerta formativa del corso si articola in competenze disciplinari riferite agli ambiti pedagogico, psicologico, sociologico, giuridico, bio-medico e sanitario, informatico, storico e filosofico. Le conoscenze e le competenze sono relative alle diverse età della vita (dai 6 anni d’età all’età anziana).
 
Per entrambi i curricula, il percorso formativo è completato con l’approfondimento di una lingua straniera (a scelta fra tre lingue).
 
Elementi fondamentali dei due curricula sono la presenza di laboratori disciplinari e il tirocinio, attività a frequenza obbligatoria.
I laboratori accompagnano le discipline pedagogiche e psicologiche fin dal primo anno. Lo scopo dei laboratori è di favorire lo sviluppo di competenze riflessive che consentono di coniugare le conoscenze teoriche con l’osservazione e l’analisi di pratiche professionali.
Il tirocinio si svolge presso istituzioni ed enti convenzionati che operano sul territorio in ambiti connessi alla qualificazione professionale degli/delle studenti/studentesse. Esso viene effettuato durante il secondo e il terzo anno, per complessivi 10 CFU nel curricolo Educatore per i servizi dell'infanzia, corrispondenti a 250 ore, e per 12 CFU nel curricolo Educatore sociale di comunità, corrispondenti a 300 ore.
 
L'educatore rientra nel livello di conoscenza, competenze e abilità e opera nelle aree di professionalità del 6° livello del Quadro Europeo delle Qualifiche (QEQ).
Ultima modifica: 
13/06/2022 - 19:10